Dall'Oco Sondra

Contatti

Palazzo Codacci Pisanelli – stanza n. 7
Tel. 0832.296320

sondra.dalloco@ateneo.unile.it

Curriculum
Ricercatore di Filologia medievale e umanistica (L-FIL-LET/08 “Letteratura latina medievale e umanistica”) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Lecce a partire dall’a.a. 2001-2002.
Si è laureata in Letteratura umanistica con Paolo Viti nel 1994 presso l’Università degli Studi di Lecce.

Progetti di Ricerca
Si è occupata e continua a rivolgere i suoi interessi scientifici alla storiografia umanistica meridionale, interessi che hanno riguardato in particolare l’analisi critica e testuale dell’opera storica di Bartolomeo Facio, il De rebus gestis ab Alphonso primo Neapolitanorum rege, e lo studio di un altro testo della storiografia umanistica napoletana e del suo autore, il De gestis regum Neapolitanorum ab Aragonia di Giovanni Albino.
Accanto alla storiografia umanistica meridionale, ha studiato anche figure di umanisti come Enea Silvio Piccolomini e Poggio Bracciolini, interpreti di rilievo della cultura quattrocentesca.
Dal 1998 collabora a Medioevo Latino. Bollettino bibliografico della cultura europea da Boezio a Erasmo (secoli VI-XV), diretto da C. Leonardi e L. Pinelli, edito dalla Società Internazionale per lo studio del Medioevo Latino, la cui Sezione umanistica presso l’Università degli Studi di Lecce è diretta da Paolo Viti.
Ha fatto parte come componente dell’Unità di ricerca locale del PRIN 2003 su Tradizioni grammaticali e linguistiche nell’Umanesimo meridionale (Coordinatrice scientifica nazionale del PRIN è stata Mariangela Regoliosi, Responsabile scientifico dell’Unità di ricerca locale, con sede l’Università degli Studi di Lecce, Paolo Viti).
Dal 1996 partecipa a convegni e a seminari di interesse specifico relativo alla letteratua umanistica.

Pubblicazioni degli ultimi 5 anni (
Elenco Completo)
- Giovanni Albino. Umanista e storiografo, Lecce, Pensa MultiMedia, 2001.
- “Mantuam ivimus … non audiverunt Christiani vocem pastoris”. Fede, politica e retorica nelle “orazioni” e nelle “reazioni” mantovane, in Il sogno di Pio II e il viaggio da Roma a Mantova, Atti del Convegno Internazionale di Studi (Mantova, 13-15 aprile 2000), a cura di A. Calzona, F. P. Fiore, A. Tenenti, C. Vasoli, Firenze, Olschki, 2003, pp. 503-515.
- Poggio, Baden e il «De balneis», in Gli umanisti e le terme, Atti del Convegno Internazionale (Lecce-Santa Cesarea Terme, 23-25 maggio 2002), a cura di P. Andrioli Nemola, S. O. Casale, P. Viti, Lecce, Conte, 2004, pp. 147-164.
- Il principe, la storia e la retorica: Giovanni Albino e Alfonso II d’Aragona, in Il principe e la storia, Atti del Convegno Internazionale di Studi (Scandiano, 18-20 settembre 2003), a cura di T. Matarrese e C. Montagnani, Novara, Interlinea, 2005, pp. 147-164.
- Scipione Ammirato e Giovanni Albino, in Letteratura, verità e vita. Studi in ricordo di Gorizio Viti, a cura di P.Viti, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2005, pp. 351-362.

Programmi d'esame 2008-2009

FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA
Laurea di base in Lettere (5L) curriculum classico
CFU 8

Obiettivi formativi: Offrire una conoscenza dei testi della letteratura latina del Quattrocento non isolata dal contesto più generale della letteratura volgare con un essenziale riferimento al lessico e al metodo filologico degli umanisti.


Argomento del corso: Il latino degli umanisti
Dopo una serie di lezioni propedeutiche, volte a definire concetto e forme della Filologia umanistica, e durante le quali verranno presentate e discusse “pagine” esemplari scritte da vari umanisti, il corso sarà dedicato allo studio delle caratteristiche del latino umanistico che deriva dal latino classico con l’aggiunta di successive stratificazioni e novità. Si farà riferimento al lessico filologico degli umanisti e alle idee degli umanisti sulla storia della lingua latina.


Bibliografia

L.D. Reynolds-N.E. Wilson, Copisti e filologi. La tradizione dei classici dall’antichità ai tempi moderni, Padova, Antenore, 1974;
F. Tateo,
I centri culturali dell’Umanesimo, Roma, laterza, 1980;
M. Tavoni,
Latino, grammatica, volgare, Padova, Antenore, 1984.

Studi specifici saranno indicati nel corso delle lezioni.


Ricevimento studenti
martedì 9-12;15-17
giovedì 9-12



Esami

21 gennaio 5 febbraio 4 marzo h. 15.30
10 giugno 24 giugno 8 luglio h. 8.30
23 settembre h. 8.30


FILOLOGIA MEDIEVALE E UMANISTICA
Laurea di base in Lettere (5L) curriculum classico – CFU 8

Argomento del corso: Il latino degli umanisti
Dopo una serie di lezioni propedeutiche, volte a definire concetto e forme della Filologia umanistica, e durante le quali verranno presentate e discusse “pagine” esemplari scritte da vari umanisti, il corso sarà dedicato allo studio delle caratteristiche del latino umanistico che deriva dal latino classico con l’aggiunta di successive stratificazioni e novità. Si farà riferimento al lessico filologico degli umanisti e alle idee degli umanisti sulla storia della lingua latina.

Bibliografia
L.D. Reynolds-N.E. Wilson, Copisti e filologi. La tradizione dei classici dall’antichità ai tempi moderni, Padova, Antenore, 1974;
F. Tateo,
I centri culturali dell’Umanesimo, Roma, laterza, 1980;
M. Tavoni,
Latino, grammatica, volgare, Padova, Antenore, 1984.

Studi specifici saranno indicati nel corso delle lezioni.


Ricevimento studenti
martedì 9-12;15-17
giovedì 9-12


Esami
21 gennaio 5 febbraio 4 marzo h. 15.30
10 giugno 24 giugno 8 luglio h. 8.30
23 settembre h. 8.30


Le lezioni si svolgeranno nel II semestre nei seguenti giorni:
giovedì e venerdì 9 – 11

Il primo incontro si terrà nella stanza del Docente (n. 7) il 5 marzo 2009 alle 9.